Benvenuti in Apidolomiti! Associazione/Cooperativa Apicoltori della Provincia di Belluno Dolomiti


 SPORTELLO ANAGRAFE APISTICA

clicca qui per informazioni sul nuovo Servizio offerto da Apidolomiti
anagrafe_apistica_off_160x50red


anagrafe-apisticaTroverete di seguito la documentazione inerente il DECRETO 11 agosto 2014 di “Approvazione del manuale operativo per la gestione dell’anagrafe apistica nazionale, in attuazione dell’articolo 5 del decreto 4 dicembre 2009, recante: «Disposizioni per l’anagrafe apistica nazionale»”.
Il suddetto decreto è stato Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana Serie Generale n. 291 del 16-12-2014

Scarica qui il decreto, il manuale operativo e la modulistica allegata:

Per maggiori informazioni o chiarimenti contatta i Tecnici apistici Apidolomiti. Nei prossimi incontri di aggiornamento cercheremo di illustrare le novità in collaborazione con i Veterinari delle nostre ULSS.

Note tecniche di Apidolomiti:

Utilizzo di Google Earth

Utilizzo del GPS dello SmartPhone

 

Appunti della Riunione dello scorso 27 maggio 2015 a cura del Centro Apistico Regionale

Istruzioni Banca Dati Nazionale Apicoltura

Anagrafe Apistica Nazionale Lezione del 27 maggio 2015

Referenti locali Anagrafe Apistica Nazionale

Apidolomiti ha attivato uno sportello dedicato per offrire un servizio dedicato di assistenza ai Soci.

Per accedere al portale nazionale clicca qui o sull’immagine sottostante:BDN_2015

AGGIORNAMENTI:


09/10/2015 – Note esplicative della Regione del Veneto

1- CENSIMENTO ANNUALE: con l’Anagrafe apistica nazionale NON cade l’obbligo di denuncia degli apiari di cui alla Legge Regionale n. 23/94, però questa consisterà nell’aggiornamento degli apiari al 30 novembre, mediante inserimento dei nuovi dati in BDA (cfr punto 5, paragrafo 2 del Manuale Anagrafe Apistica).
Pertanto, alle Az.ULSS non dovranno più essere inviati dati in formato cartaceo (né via mail).

2- ATTRIBUZIONE DI NUOVI “CODICI AZIENDALI” (“codice univoco identificativo dell’apicoltore”): la procedura corretta per la attribuzione del codice è quella di cui al punto 6.1 del Manuale Anagrafe Apistica, ovvero: l’apicoltore stesso/Associazione apicoltori/delegato “inserisce la richiesta di attribuzione codice in BDA”, e quindi la Az.ULSS deve VALIDARNE LA RICHIESTA; dopo di che, il software di Teramo genera in fase di validazione un codice apistico. In sequenza, la Az.ULSS validerà anche la richiesta dell’apiario corrispondente.
Pertanto, come già ribadito più volte nel corso delle riunioni sull’anagrafe apistica organizzate dalla scrivente Sezione, in caso di necessità di un NUOVO codice univoco identificativo, gli apicoltori (direttamente o per il tramite delle rispettive Associazioni) dovranno inoltrare in BDA la richiesta informatizzata di cui sopra.


22/09/2015 – Note ministeriale prot. n. 24055 del 22/09/15, di risposta alle richieste della Regione del Veneto

Scarica qui il documento


20/01/2016 – Nota del Ministero della Salute che proroga il termine per il censimento annuale in Banca Dati Apistica nazionale al 31 marzo 2016. Scarica qui il documento


30/03/2016 – Nota del Ministero della Salute su “Anagrafe Apistica. Trasmissione Check-list per i controlli in Allevamento. Scarica qui il documento


31/03/2016 – Nota della Regione del Veneto su “Gestione attività impollinazione e compravendita materiale apistico sul territorio regionale“. Scarica qui il documento


31/08/2016 – Nota del Ministero della Salute su “Aggiornamenti normativi” in merito all’Anagrafe Apistica nazionale. Scarica qui il documento


24/10/2016 – Nota del Ministero della Salute su “Implementazione Anagrafe Apistica. Aggiornamento BDN” Scarica qui il documento


 

API E FIORI
FOTO
Foto di Stagione
Archivio notizie
Argomenti