Legge regionale 23/1994 “Norme per la tutela, lo sviluppo e la valorizzazione dell’apicoltura” Contributi agli investimenti” – Aiuti di Stato

La Regione del Veneto promuove lo sviluppo e la valorizzazione dell’apicoltura, intesa anche come strumento per il miglioramento qualitativo e quantitativo delle produzioni agricole, la valorizzazione degli ecosistemi naturali, la tutela del patrimonio apistico e la profilassi delle varie malattie delle api. In particolare, la Legge regionale n. 23 del 1994 prevede, all’articolo 2 “Interventi per lo sviluppo e la valorizzazione dell’apicoltura”, la concessione di contributi agli apicoltori singoli o associati per la realizzazione di investimenti.

Il sostegno regionale si sostanzia in contributi in conto capitale finalizzati a finanziare l’acquisto di arnie, api regine e famiglie, l’acquisto e/o la ristrutturazione di ambienti per sale di smielatura, sia private che collettive, i macchinari per le operazioni di smielatura e lavorazione della cera, e il materiale per esercitare il nomadismo.

Gli aiuti verranno concessi, nel rispetto della disciplina europea in materia di aiuti di Stato di cui agli articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea, nell’ambito del regime de minimis (regolamenti UE n. 1407/2013 e (UE) n. 1408/2013).

Presentazione delle domande

Soggetti che possono presentare la domanda sono:

1)   Forme associate:

  • organizzazioni di apicoltori produttori riconosciute ai sensi dell’articolo 44 della Legge regionale 12 dicembre 2003, n. 40 “Nuove norme per gli interventi in agricoltura” e successive modificazioni;
  • associazioni di apicoltori costituite con atto pubblico nonché le cooperative di apicoltori e loro consorzi di cui all’articolo 2602 e seguenti del codice civile, con almeno cinquanta soci e che detengano complessivamente almeno seicentocinquanta alveari regolarmente denunciati
  •  consorzi di tutela del settore apistico.

2) Imprenditori apistici

Termini presentazione

Le domande possono essere presentate nei sessanta giorni successivi alla pubblicazione della DGR n. 792 del 23/06/2020 (10 luglio 2020) e quindi entro l’8 settembre 2020.

Come presentare la domanda

La condizione per la compilazione della domanda è la costituzione del fascicolo aziendale. Alcune informazioni della domanda saranno recuperate automaticamente dal fascicolo aziendale, per cui non saranno modificabili nella domanda se non previo aggiornamento del fascicolo stesso.

La domanda deve essere compilata su supporto informatico nell’applicativo “Calamità naturali” dell’AVEPA utilizzando, a seconda della natura dei richiedenti, i seguenti pertinenti moduli:

  • AR2020AS Apicoltura richiesta LR. 23 Associazioni (Organizzazioni di produttori del settore apistico, Associazioni di apicoltori e loro Unioni, federazioni, Società, Cooperative e i Consorzi di tutela del settore apistico);
  • AR2020IA Apicoltura richiesta LR. 23 Imprenditori (Imprenditori apistici).

Considerato che la domanda di aiuto è suddivisa in due moduli, per ciascun modulo è necessario acquisire la delega per la presentazione della domanda di aiuto nell’applicativo “GUARD”.

Per la compilazione della domanda, il compilatore deve registrarsi nell’applicativo “GUARD” (per maggiori informazioni consultare la pagina: https://www.avepa.it/applicativi), prima di accedere a Calamità Naturali (CalNat) e procedere alla compilazione on-line delle domande.

La domanda deve essere compilata in Calamità Naturali (CalNat) e portata nello stato “presentata”.

La stessa deve poi essere stampata, firmata dal richiedente e trasmessa allo Sportello di AVEPA competente in relazione alla sede legale della ditta richiedente con una delle seguenti modalità, secondo quanto riportato nella sezione “Documenti:

  • posta elettronica certificata (PEC);
  • consegna a mano;
  • raccomandata;
  • corriere espresso.

Nel caso in cui il giorno di scadenza sia un sabato o un giorno festivo il termine di presentazione sarà prorogato al primo giorno lavorativo successivo.

Documenti scaricabili

Informazioni

Gianni Pagin
tel. 049 7708768
gianni.pagin@avepa.it
Mario Fabbroni
tel. 049 7708220
produzioni.zootecniche@avepa.it
Progetti
Bee Aware
Apidolomiti Play
Apidolomiti PLAY
Archivio notizie
Argomenti