Il mese di aprile segna, almeno secondo il calendario, l’inizio della bella stagione; spesso però questo periodo è caratterizzato da capricci meteorologici, con piogge frequenti ed improvvisi ritorni di freddo, come in questa prima settimana.

I controlli che devono essere fatti sulle famiglie, devono mirare principalmente, in questo mese, a controllare l’estensione, la compattezza e lo stato della covata, indice sicuro della vitalità della famiglia.

Mediamente le famiglie sono ben sviluppate, soprattutto gli ultimi 12-15 giorni di temperature più calde le hanno aiutate a ripartire con importazione di polline e anche nettare. Se il maltempo di questo inizio mese di prolungherà oltre qualche giorno sarà bene integrare le scorte che in questo periodo visto che le famiglie iniziano ad essere già abbastanza ampie e potrebbero finire presto. Il trattamento con Apiherb ciclo di 3 settimane a cadenza settimanale dovrebbe essere terminato per chi lo ha effettuato.

In questo mese il meteo sarà regolare senza estremi, si potrà in base alla forza della famiglie e all’importazione che c è, iniziare ad allargare il nido, con telai costruiti inizialmente e soprattutto durante la fioritura del tarassaco con fogli cerei da inserire tra ultimo telaio di covata e il primo di scorte. Per dare ulteriore spazio soprattutto se c’ e importazione mettere i melari.

Per chi lo ritiene utile, potrà eseguire dei pareggiamenti, ovvero aiutare le famiglie più debole con un telaio di covata e una parte di api preso da una famiglia maggiormente sviluppata. Questa procedura permettere di franare un po le famiglie più sviluppate (posticipando inizio di un eventuale febbre sciamatoria) e aiutare le famiglie che sono un pochino più deboli

Attenzione a:

1) Levare il telaio dalla o dalle famiglie forti (ovviamente senza la regina) con covata opercolata, mai con covata aperta.

2) Valutare bene se la famiglia più debole vale la pena essere aiutata, oppure lasciarla al proprio destino e alla prima occasione riunirla con un altra famiglie sempre debole, eliminando la regina più vecchia.

3) Nella due famiglie non ci devono essere assolutamente problemi sanitari ne in corso ne latenti.

Altra cosa da poter fare in questo mese, se si hanno famiglie troppo esuberanti, togliere telai sempre di covata opercolata e formare dei nuovi nuclei, con uno o più telai

1) Mettendo nel cassettino di polistirolo un solo telaio di covata opercolata e un telaio già costruito con scorte inserendo una regina già feconda dello scorso anno. Inizialmente la nuova famiglia andrà aiutata con alimentazione di supplemento, ma se tutto prosegue regolarmente potrà essere un alveare da portare a raccolta durante la fioritura del tiglio / castagno

2) Si tolgono due telai dalle famiglie più forti, a condizione che uno dei due abbia della covata fresca, in questo modo la famiglia avrà modo di allevare la propria regina, ovviamente lo sviluppo sarà più lento

3) Inserire nel nuovo nucleo celle reali o regina di questo anno quando saranno disponibili.

Da questo mese le visite in apiario devono essere più frequenti almeno una volta ogni 7-8 giorni, in aprile sicuramente si iniziano a trovare le prime celle reali da sciamatura quindi posti lungo i bordi del telaio, altrimenti se vengono trovare al centro sono di sostituzione (regina vecchia o famiglia orfana). Sarà necessario iniziare a levare le celle da sciamatura. Utile tenere un quaderno annotandosi la data della visita e cosa si è trovato durate la visita stessa. Cosi si ha modo tenersi una storia della famiglia, ad esempio : se per 3/4 volte contino a togliere celle reali, dovrò pensare a qualche tecnica per far passare la febbre sciamatoria

Se il meteo aiuterà durante il mese di Aprile potrà esserci il primo raccolto o di tarassaco o di mille fiori.

Progetti
Bee Aware
Apidolomiti Play
Archivio notizie
Argomenti
Apidolomiti PLAY
News in quota
News in quota: rubrica di Api-cultura