APIDOLOMITI

Benvenuti in Apidolomiti! Associazione/Cooperativa Apicoltori della Provincia di Belluno Dolomiti

<< AVVISO PROROGA: CONSEGNA CAMPIONI CONCORSO MIELI BL ENTRO IL 29/09/2018 >>

Vi informiamo che nella Gazzetta Ufficiale della CE n. 359 di oggi è stata pubblicata la Decisione 2014/909/UE, relativa ad alcune misure di protezione a seguito della presenza confermata del piccolo scarabeo dell’alveare in Italia, che ad ogni buon conto si riporta in allegato.

Vi informiamo che, nella G.U. Serie Generale n.291 del 16-12-2014, è stato pubblicato il D.M. 11 agosto 2014 , “Approvazione del manuale operativo per la gestione dell’anagrafe apistica nazionale, in attuazione dell’articolo 5 del decreto 4 dicembre 2009, recante: «Disposizioni per l’anagrafe apistica nazionale». Scarica qui il documento
Restiamo in attesa di indicazioni applicative a livello nazionale e/o regionale.

Carissimi Apicoltori,
si chiude un biennio particolarmente difficile per la nostra attività ed in particolare quest’anno, il 2014, è stato difficile ed improduttivo a causa delle abbondanti e frequenti piogge. Dopo il blocco di covata o le altre tecniche impiegate a luglio per il contenimento del carico di Varroa, da metà agosto ci siamo trovati con gli alveari poveri di scorte alimentari, tanto da dover intervenire ad alimentare numerosi alveari. Per questo motivo si sono osservati più frequentemente del solito casi di saccheggi tra alveari, colpendo in particolare gli alveari più deboli e contribuendo a amplificare la reinfestazione di Varroa destructor.

Attualmente si riscontrano morie dovute alla scarsa alimentazione, al carico di Varroa, nonché alla presenza di virosi abbinate al Nosema.

Il prolungarsi fino a dicembre di queste temperature miti ed al di sopra delle medie stagionali (con fioriture fuori stagione sui nostri prati) hanno comportato la ripresa della covata in Valbelluna anche per gli alveari che erano andati in blocco ad ottobre ed erano stati trattati con Apibioxal. Sarà quindi indispensabile, verso la fine di dicembre, controllare lo stato degli alveari e, in assenza completa di covata, ripete un trattamento (se invece sono presenti rose di covata, intervenire disopercolandola).

In queste condizioni si ritiene preferibile (per chi ne abbia la possibilità) ricorrere a uno o due cicli di sublimato, in quanto ha un minor impatto sulle api.
In occasione del trattamento di fine mese vi ricordiamo di valutare il peso dell’arnia e di verificare di conseguenza le scorte alimentari, presenti perché potrebbero essere già scarse.

ATTENZIONE: per contrastare e contenere tutte le avversità che, assieme alla Varroa, gravano sui nostri alveari è necessario seguire scrupolosamente le indicazioni ed i tempi indicati. Le indicazioni che vi forniamo sono fondamentali per salvaguardare il patrimonio apistico di tutti. Ad esempio la scadenza di luglio (10-15 luglio di ogni anno) per iniziare le tecniche volte al contenimento della Varroa è davvero molto importante per non compromettere la sopravvivenza degli alveari che indebolendosi sono maggiormente soggetti anche a virosi e nosema.
La vostra attenzione ed il controllo continuo degli Apiari diventerà sempre più importante perché sono arrivate in Italia due nuovi parassiti/antagonisti dell’Ape: Aethina tumida e Vespa velutina

Per Natale fatti un regalo, sostieni AIL Associazione Italiana contro le Leucemie-linfomi e mieloma.

In tutte le piazze della nostra provincia il 6, 7 e 8 dicembre i volontari AIL saranno presenti con le loro Stelle di Natale in cambio di una piccola offerta di 12 € con la quale potrete rallegrare le vostre case e i vostri luoghi di lavoro con un simbolo di solidarietà e vicinanza a chi sta lottando per la vita.

Contribuirete così a far progredire la Ricerca e a dare ogni anno nuove speranze di vita per realizzare il sogno di rendere leucemie, linfomi e mieloma sempre più curabili!

Per saperne di più visita il sito www.ailbelluno.it

glomereCari Apicoltori, in questi primi giorni di novembre è stato verificato che, nelle nostre famiglie di api, le regine hanno cessato di deporre uova e la covata è ormai sfarfallata completamente.
Persiste comunque ancora qualche caso di covata nei nuovi nuclei con regine giovani.
Quindi, dopo aver verificato l’effettiva assenza di celle opercolate (eventualmente intervenire disopercolando con forchetta) è possibile – in giornate miti ed asciutte – eseguire  il trattamento con APIBIOXAL gocciolato sui favi occupati dalle api nelle ore centrali del giorno e nelle dosi e con le modalità prescritte per il prodotto (vedi scheda tecnica qui).

Ci raccomandiamo di pulire i cassetti sottostanti l’arnia e di ungerli poi con olio di soia (adesivante) per poter controllare successivamente ai trattamenti la caduta di individui di Varroa destructor e quindi verificare l’efficacia ed i risultati.

Ricordatevi infine di verificare anche le scorte alimentari presenti nel nido; dovrà infatti essere presente miele in abbondanza nei favi laterali e nella parte posteriore dei favi centrali dove è posizionato il glomere. Nel dubbio mettere subito 1 kg di Candito sopra il coprifavo.

NOTA: Se la famiglia è ridotta a pochi favi di api (2/4 telaini) conviene traslocarla dall’arnia legno ad una in polistirolo da 6 telaini, per avere una maggiore coibentazione ed aumentare quindi la possibilità di sopravvivenza.
Poi possiamo considerarci finalmente tutti a riposo, fiduciosi nella prossima stagione apistica la situazione possa essere migliore, anche qui in montagna dove le condizioni climatiche alpine rendono tutto più difficile.
A presto

I Tecnici apistici Apidolomiti

apiario2

Come ogni anno è giunto il momento di adempiere ad una comunicazione obbligatoria per il Censimento degli Alveari, Scarica qui il Modulo per la Denuncia di Apicoltura

Ai sensi dell’Art. 7 c.1 della Legge Regionale n.23 del 1994 “I possessori o detentori di alveari di qualsiasi tipo devono farne denuncia all’ULSS competente, anche tramite le forme associate di cui all’articolo 2 bis entro il trenta novembre di ogni anno, specificando se si tratta di alveari nomadi o stanziali“.

Compila quindi e firma il modulo, potrai consegnarlo in Sede Apidolomiti secondo una di queste tre modalità:

– Consegna a mano in sede il Giovedì pomeriggio dalle 16:00 alle 18:30

– FAX: 0437-970214

– Email: servizi@apidolomiti.com

In tutti i casi dovrai consegnarlo entro Giovedì 27 novembre 2014. Non dimenticartelo! E’ obbligatorio.

AgordoCuore

Vi aspettiamo Venerdì 14 novembre 2014 alle ore 20:30 presso la Biblioteca comunale di Agordo.

L’incontro sarà un’occasione per confrontarsi sulle scelte tecniche e sull’andamento della stagione, nonché per pianificare le prossime attività.

Non mancate, Vi aspettiamo!

Chatillon_SagraMiele_2014

Apidolomiti in rappresentanza degli Apicoltori bellunesi parteciperà, assieme al Comune di Limana ed all’Associazione Pro Loco di Limana, alla XI SAGRA DEL MIELE E DEI SUOI DERIVATI DELLA VALLE D’AOSTA, intervenendo al locale Convegno regionale di Apicoltura che si terrà sabato 25 ottobre 2014 alle ore 15:00.

Domenica 26 ottobre 2014 l’Amministrazione Comunale di Châtillon, in collaborazione con la Regione autonoma Valle d’Aosta – Assessorato Agricoltura e Risorse Naturali e l’Associazione Consorzio Apistico Valdostano, organizzano, in Via Chanoux e in Via Tollen, dalle 10.00 alle 18.00, la manifestazione fieristica denominata “XI SAGRA DEL MIELE E DEI SUOI DERIVATI”

Per maggiori informazioni visita il sito del Comune di Châtillon o quello degli Apicoltori della Valle d’Aosta

API E FIORI

FOTO
Foto di Stagione

ALVEARI ONLINE

FOTO
Foto di Stagione

SPORTELLO


STOP Vespa velutina

La Regina



2018
ROSSA

Archivio notizie

Argomenti

Calendario

settembre: 2018
L M M G V S D
« Ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Social

Apidolomiti su Facebook