Quando ci hanno chiamato per verificare e recuperare uno sciame in un solaio di una casa non abitata a Paderno di San Gregorio nelle Alpi, non potevamo certamente aspettarci di trovare una simile opera d’arte frutto della laboriosità delle api che mai finiscono di stupirci. Il nido era rimasto popolato fino all’autunno, ma probabilmente era stato poi abbandonato dallo sciame o collassato a causa della Varroa.
In una parete esterna rivolta sud (quindi calda), sul fianco delle travi del solaio, le api esploratrici dello sciame avevano individuato un passaggio ad un caldo e accogliente spazio fra le perline del soffitto e il pavimento anch’esso di legno. Un ottimo ambiente naturale dove grazie alla loro forza e vitalità hanno potuto costruire una serie di favi naturali lunghi 1 m (probabilmente in 2 anni vedendo le esuvie sulla parte di celle della vecchia covata) per una larghezza di 50 cm e altezza di 15 cm.


Purtroppo i mancati trattamenti antivarroa hanno poi avuto le loro conseguenze negative sulla famiglia che probabilmente ha abbandonato il nido.
A malincuore, salvo aver prima fatto e condiviso con voi delle foto di queste sculture dato che la casa deve essere ristrutturata, abbiamo tolto i favi studiandoli nelle loro sezioni.
Viva le api. Claudio e Willy


Apidolomiti PLAY
Raccolta Fondi Alluvione BL
SMS Solidale Alluvione Belluno 2018
Archivio notizie
Argomenti